abm

abm

sabato, settembre 16, 2017

COMUNICATO STAMPA

GREEN DAY FOCE DEL TRIGNO: POCHI RIFIUTI MA NATURA A GOGO’
(150 garzette, 10 aironi maggiori, 80 aironi cenerini, 20 germani, infiniti piro piro….e pochi rifiuti)



Sorprendente mattinata alla foce del fiume Trigno, area deputata a diventare una riserva naturale. La giornata organizzata per cercare di pulire dai rifiuti spiaggiati e da quelli che la mano dell’uomo vi scarica quotidianamente, si è rivelata ricolma di Natura.
Una quindicina i sacchi di rifiuti raccolti, con un paio di gomme di auto e qualche ferraglia ma la foce ha regalato ai partecipanti una giornata indimenticabile con la presenza di numerose specie di uccelli.
La foce del Trigno ha voluto ringraziare i partecipanti alla giornata verde, con uno spettacolo indimenticabile con l’arrivo di centinaia di migratori in questi luoghi di particolare bellezza e naturalità, dove l’orizzonte del mare ti regala il buongiorno, dove i cordoni dunali, coperti di macchia mediterranea e da rara vegetazione, separano dal mare la zona umida della foce.
Questi delicati habitat naturali costieri rappresentano importanti punti di sosta per numerosi uccelli migratori e vanno tutelati e salvaguardati.
La seducente bellezza e l’immenso fascino, i colori intensi della Natura i numerosi migratori saranno patrimonio comune della memoria dei tanti volontari. Particolarmente attivi i ragazzi della Coop. Cosmo, la comunità Red, il Gruppo Fratino di Vasto, la Protezione civile di Montenero e ABM, presente anche l’assessore all’ambiente Simona Contucci.
Attivissimo il comune di Montenero di Bisaccia con il ritiro immediato dei rifiuti.
Hanno concesso il loro patrocinio i Comuni di Montenero di Bisaccia e Campomarino.
li 16 settembre 2017

                                                                                                            Il Presidente
                                                                                                          Luigi Lucchese




giovedì, agosto 31, 2017

COMUNICATO STAMPA

FIABE E LEGGENDE NEL BOSCO DEL CUORE
(il racconto dei racconti a spasso nel bosco)


Nel corso della mattinata di domenica 3 settembre, si potrà partecipare a momenti di lettura di fiabe e racconti arbereshe grazie al prezioso contributo dei lettori dello sportello linguistico comunale di Montecilfone e ci saranno spazi informativi sulla flora e fauna a cura dei volontari di Ambiente Basso Molise.
Il bosco di Corundoli, foresta dall’elevatissimo grado di biodiversità, accoglie da sempre le vetuste radici di alberi dai rami contorti e dalle evocative forme dei tronchi. Non solo questo però è il bosco di Corundoli, esso è anche un documento storico indissolubilmente legato alle vicende dei Cavalieri di Malta.
Il bosco del Cuore, cosi viene chiamato per la sua forma naturale è interessante sia per la ricchezza della flora e fauna che per la natura carsica del suolo.
Corundoli non è un bosco qualsiasi, basta entrarvi, fare pochi passi tra i tronchi decennali per capire subito che qui la natura esprime una forza antica e misteriosa. Ed è per questo motivo che Corundoli va visitata e vissuta, scoprire il fascino della Natura, scoprire la flora e la fauna, andare alla ricerca dei capelli delle fate, incontrare miriadi di farfalle e vivere la pienezza della biodiversità. 
Il Bosco di Corundoli rappresenta un relitto di una natura selvaggia e incontaminata impregnata di un'intensa atmosfera fiabesca.
Grandi e piccini sono invitati domenica 03 settembre a partire dalle ore 9,15 a vivere una giornata indimenticabile nel bosco incantato. L’evento è gratuito.
li 01 settembre 2017
                                                                                                          Il Presidente

                                                                                                        Luigi Lucchese

TUTTI NEL BOSCO DEL CUORE



DOMENICA 3 SETTEMBRE TUTTI AL BOSCO DI CORUNDOLI PER ASCOLTARE LE LEGGENDE   ARBERESHE



CORSO DI FORMAZIONE

Durante l'escursione avvistati n. 4 Fratini e a poca distanza dalla battigia del delfini. Il gruppo ha gradito il dono di madre natura.