abm

abm

lunedì, marzo 20, 2017

COMUNICATO STAMPA

I LUOGHI DEL LIFE MAESTRALE NON TRADISCONO MAI
(a spasso con Darwin porta gente di altre regioni)


Domenica 19 marzo 2017: Spatola, Avocetta, Germano reale, Marzaiola, Combattente, Airone guardabuoi, Airone cenerino, Cavaliere d'Italia, Corriere piccolo, Mestolone, Cormorano, Alzavola. Numerosi gli uccelli migratori avvistati durante la manifestazione "a spasso con Darwin" ed i tanti partecipanti, hanno potuto assistere ad uno dei più straordinari spettacoli della natura, un'avventura incredibile che dura da migliaia di anni: il grande volo degli uccelli migratori.
La migrazione è un momento veramente emozionante e ieri, tanti appassionati, hanno assistito a questo eccezionale evento con l'arrivo di un gruppo di Cavalieri d'Italia.
Gli uccelli migratori si spostano principalmente per nidificare e cercare cibo sufficiente e più adatto per allevare i loro piccoli. La migrazione è un evento cruciale nella vita di migliaia di specie di uccelli, è necessaria alla loro stessa sopravvivenza.  
"A spasso con Darwin" diventa, anno dopo anno, una vera scuola con lezioni di birdwatching sul campo, identificazione dell'Avifauna acquatica, lezioni di Botanica sul campo e comportamento etico.    Di rilievo gli interventi del Dott. Nicola Norante ornitologo e della Prof.ssa Angela Stanisci dell' Università degli Studi del Molise che hanno saputo dare gli strumenti per la conoscenza del territorio e delle sue risorse con grande professionalità e competenza.
<< L’iniziativa odierna - ha spiegato il Presidente di Ambiente Basso Molise - rappresenta il proseguimento della valorizzazione dei "luoghi del Life Maestrale" ed abbiamo intenzione di continuare anche nei prossimi mesi. Il nostro territorio ha le carte in regola non soltanto per stare su un “mercato di nicchia”, ma addirittura ha delle possibilità che altre regioni non hanno e che probabilmente ci invidiano. E' arrivato il momento di puntare senza tentennamenti sulla ricchezza immensa che questo territorio offre, il basso Molise non ha altra via di uscita se non puntare sul proprio territorio, ricco di risorse naturali. Non sarà facile, ma crediamo che con il contributo di tutti la scommessa riusciremo a vincerla >>.
Un momento conviviale e la mostra fotografica hanno chiuso la manifestazione.
I luoghi del Life Maestrale continuano a dare, giorno per giorno, forti emozioni.
li 20 marzo 2017

                                                                                                          Il Presidente

                                                                                                        Luigi Lucchese


domenica, marzo 19, 2017

COMUNICATO STAMPA

STORIA……..LA NOSTRA STORIA……LA MIA STORIA
(ciceroni d’eccezione il Presidente del Comitato art. 21 ed il Sindaco di Petacciato)


“Storia……la nostra Storia….la mia Storia” è il progetto che Ambiente Basso Molise realizza con le classi terze dell’Istituto Comprensivo di Petacciato.  Lo scopo del progetto è quello di guidare i giovani allievi a conoscere in modo diretto e giocoso il loro territorio attraverso la ricerca, l'indagine e l'esplorazione del territorio in cui vivono a partire dal loro paese e quello circostante.
Gli alunni, sviluppando la capacità di individuare gli elementi più specifici del proprio ambiente, collocando persone, fatti ed eventi nel tempo, conoscendo la propria realtà territoriale con la sua storia e le sue tradizioni, cogliendo il senso gioioso del folclore, del proprio dialetto, delle proprie radici, perverranno alla consapevolezza della propria identità sociale e culturale. In pratica conoscere il territorio da vari punti di vista: geografico, storico, scientifico, culturale, musicale, religioso e delle tradizioni. Nella giornata odierna (18 marzo c.m.) i ragazzi hanno incontrato casualmente il primo cittadino che ha spiegato loro i compiti che hanno gli amministratori eletti e poi, un amico dell’ambiente Matteo Falica il quale, ha raccolto l’invito del presidente Lucchese a fare da cicerone ai giovani allievi. Disponibilità, competenza e cordialità sono stati gli elementi che hanno catturato l’attenzione dei giovani allievi. 
li 19 marzo 2017
                                                                                                          Il Presidente
                                                                                                       Luigi Lucchese









venerdì, marzo 17, 2017

COMUNICATO STAMPA

IL DIARIO DELLA NATURA
(entusiasmo tra i giovani allievi per l’accoglienza ricevuta nel Circolo Ippico Le Crocette)


Giornata piena di Natura, quella odierna, per gli allievi della 4 elementare di Petacciato nell’ambito del progetto “il diario della Natura”.
La ricerca nel proprio territorio di piante officinali è una fase fondamentale del progetto, è un modo per imparare, è un'occasione di crescita, condividendo gesti, scelte e nozioni, oltre che metodo. Infatti il progetto “il diario della Natura” permette di “imparare facendo”, di sviluppare la manualità e il rapporto reale e pratico con gli elementi naturali e ambientali, di sviluppare il concetto del “prendersi cura di”, di imparare ad aspettare, di cogliere il concetto di diversità, di lavorare in gruppo. 
Grande entusiasmo è stato espresso dagli allievi e dalle insegnanti per l'accoglienza ricevuta e per la disponibilità dimostrata dalla responsabile del Centro Ippico Le Crocette - Martina Forcucci e dal suo staff - che ha permesso loro di conoscere più da vicino un centro ippico realmente attrezzato e bello.
 ''L'esperienza è stata talmente bella – ha sottolineato il presidente Lucchese di ABM - che la proporremo anche negli altri Istituti dove stiamo svolgendo progetti per l’ambiente''.
Una giornata faticosa e indimenticabile, soprattutto perché i giovani allievi hanno fatto un’escursione di sei chilometri con un mezzo totalmente nuovo: il “pedibus”.
li 17 marzo 2017

                                                                                                Il Presidente
                                                  Luigi Lucchese 


sabato, marzo 11, 2017

COMUNICATO STAMPA


STUPORE E MERAVIGLIA SUL FIUME BIFERNO
(studenti in escursione con Ambiente Basso Molise)


Giornata ricolma di stupore e meraviglia per i giovani allievi delle classi 2 sez A e B della scuola elementare di Petacciato sul fiume Biferno. Un’esperienza indimenticabile in cui i giovani allievi hanno potuto constatare l’importanza che ha il fiume Biferno nella vita di ognuno di noi.
Accompagnati dalla biologa Ricciardi Rosamaria dai volontari di ABM e dalle maestre Di Pardo, Serafino e Miletti, i giovani allievi sono andati alla scoperta del fiume più importante del Molise: il Biferno. Nel fiume vivono organismi che risentono di tutto ciò che avviene intorno a loro e che possono indicare lo stato di salute dell’ambiente fluviale: i macroinvertebrati bentonici, cioè piccoli animali che vivono stabilmente attaccati ai vari substrati dei corsi d’acqua, denominati anche bioindicatori.
Questi piccoli organismi visibili ad occhio nudo (di taglia superiore al millimetro) sono larve di insetti, crostacei, molluschi, sanguisughe e indicano lo stato di salute di un fiume.
I giovani allievi hanno avuto l’ardire di catturare questi minuscoli organismi, fotografarli e capire se, il principale fiume del Molise, è inquinato o meno.
Questo primo campionamento (ne seguiranno altri) è stato il banco di prova per comprendere l'importanza dell'acqua per la sopravvivenza degli esseri viventi.
L’escursione ha avuto lo scopo di mettere in evidenza l'ecosistema fluviale del Biferno ed, in particolare, la vita dei macroinvertebrati, il cui ciclo vitale è fortemente ostacolato dall'inquinamento del fiume, unitamente alle necessità di difendere e proteggere l'ambiente e il territorio.
li 11 marzo 2013
                                                                                                    Il Presidente
                                                                                                 Luigi Lucchese












  

venerdì, marzo 10, 2017



IL LIFE MAESTRALE INCONTRA I DETENUTI DELLA CASA CIRCONDARIALE DI LARINO

(anche in carcere si deve pensare all'Ambiente)


Il principale elemento di innovazione e sperimentazione del progetto Life Maestrale è nella “particolarità dell’utenza” a cui vengono rivolte attività educative: i detenuti.
Far entrare l’educazione ambientale negli istituti di detenzione significa quindi arricchire il percorso rieducativo dei detenuti con i principi della sostenibilità, affinché al loro ritorno in società siano consapevoli dei corretti comportamenti ambientali che sono richiesti a tutti i cittadini.
L’incontro ha rappresentato un’occasione per incontrare l’universo del sistema giudiziario e carcerario su cui non si ha spesso occasione di riflettere e per prepararsi adeguatamente a confrontarsi con le persone detenute.
L’esperienza di entrare in un istituto di detenzione non è facile per nessuno, forse tanto meno per i volontari di ABM abituati a lavorare normalmente con bambini ed in ben altre tipologie di aree “protette”.
La conoscenza diretta fatta dai volontari coinvolti, ha superato certamente le aspettative, sia per la soddisfazione che i detenuti hanno saputo dare ai propri "insegnanti" in termini di attenzione ed interesse, sia per la consapevolezza di aver offerto un contributo formativo a persone che, per lo più, prima non ne avevano mai avuto la possibilità.
Le lezioni di scienze sono state realizzate nell’ambito delle classi che frequentano la scuola, aprendo la possibilità di frequenza anche ad altri detenuti su base volontaria; la partecipazione è stata cospicua tanto che la struttura didattica della Casa Circondariale, in occasione della lezione, era quasi al limite della capienza.
Per il Life Maestrale e ABM portare l’educazione ambientale all’interno della Casa Circondariale è stata l’occasione di coniugare alla consueta attività a carattere ambientale un alto valore sociale, corrispondendo al più ampio concetto di sostenibilità e ponendosi come soggetto capace di fornire occasioni di formazione civica e servizi utili alla comunità locale.
Non è la prima volta che ABM si avvale della collaborazione della Casa Circondariale di Larino - commenta Luigi Lucchesee, ogni volta, abbiamo avuto modo di rilevare la grande disponibilità della direzione e degli agenti e la concretezza dell’aiuto reso a supporto delle nostre iniziative".
L'incontro si è concluso con l'apposizione di batbox nell'ambito del progetto "un pipistrello per amico in tour". L’incontro si è svolto ieri 09 marzo 2017.

Campomarino 10/03/17
Con richiesta di diffusione,  
                                                                              UFFICIO STAMPA
                                                                                Life Maestrale
                                                 DLE